Ott
21
ven
” Il pugilato per tutti e tutte ” di Giuni Ligabue
Ott 21@18:00–20:00
Ott
26
mer
Renato Curcio presenta “L’egemonia Digitale”
Ott 26@18:00–21:00

Per i 20 anni di occupazione del centro sociale askatasuna Renato Curcio presenta: “L’egemonia Digitale – L’impatto delle nuove tecnologie nel mondo del lavoro “.

“L’ Egemonia Digitale” : un libro capace di raccontare che cos’è internet e la sua economia.
Noi, passivi fruitori del web, loro i controllori del nostro immaginario.
La nostra vita tramutata in estrazione e raccolta di DATI.
L’umanità intera schiava di milioni di algoritmi.
Come possiamo difenderci da un futuro diventato un ingombrante presente?

Inizio presentazione ore 18, a seguire aperitivo & 20 Anni Di Askatasuna // Banda Del Rione Live – Sabato 26/11

14680703_954115218066366_1856872811142232943_n

Nov
9
mer
Carlo Formenti pres : “La variante populista”
Nov 9@21:00–23:30

All’interno del programma dei festeggiamenti per i 20 anni di occupazione il Csoa Askatasuna è lieto di invitarvi alla presentazione del nuovo libro di Carlo Formenti con la presenza dell’autore:

“La variante populista. Lotta di classe nel neoliberismo”.

Interverranno nella discussione: Gigi Roggero, Raffaele Sciortino, Compagn* del Centro Sociale Askatasuna.

La tesi di fondo del libro è che – sconfitto il movimento operaio storico e le sue ultime propaggini, i partiti di sinistra diventati agenti governamentali al servizio del capitale transnazionale – la lotta di classe in Occidente debba assumere il populismo come terreno di battaglia, per sottrarlo alla destra xenofoba e neo-nazionalista. Ri-affinando le critiche già espresse in “Utopie Letali” contro il post-operaismo e quella che l’autore definisce “svolta linguistica” della sinistra (riformista e rivoluzionaria), il libro propone di tonare alle categoria gramsciana di “egemonia” e “battersi per la sovranità popolare e nazionale contro le oligarchie transnazionali”.

Un libro su cui discutere…

Dalla 4a di copertina del libro:
“Perché trincerarsi a difesa della democrazia, se viviamo in un regime postdemocratico costruito da decenni di guerra civile contro il lavoro? Prendere atto della sconfitta del movimento operaio non basta: occorre ammettere che tutte le sinistre (moderate, radicali e antagoniste) ne sono corresponsabili”.

14890393_1221211177940214_6838107307735713633_o

Dic
2
ven
Wu Ming 1 presenta: Un viaggio che non promettiamo breve. 25 anni di lotte Notav
Dic 2@18:00–20:00

Un viaggio che non promettiamo breve. 25 anni di lotte #NoTav
(Einaudi Stile Libero).
Con l’autore, il regista Daniele Gaglianone e Militant A degli Assalti Frontali.

wu-ming_to-1

Lunedì 31 ottobre 2016 arriva in libreria Un viaggio che non promettiamo breve. Venticinque anni di lotte No Tav, di Wu Ming 1.
650 pagine. Tre anni e mezzo di ricerca e scrittura, un lavoro iniziato poco dopo l’uscita di Point Lenana. «Marzo 2013 – Agosto 2016», c’è scritto in fondo.
La copertina, come vedete sopra, l’ha disegnata Zerocalcare, che non ringrazieremo mai abbastanza.

Qui potete leggere le primissime pagine: dediche, citazioni in esergo e «anteprologo».
E qui c’è l’indice, per farsi una prima idea della struttura.
Dentro il libro troverete anche una mappa a colori della Val di Susa, realizzata ad hoc, extratesto e apribile.

■ Ci hanno detto:
– È un libro che non godrà di buona stampa, anzi, godrà di poca stampa, buona o meno.
– È un argomento che scotta le dita.
– Il libro smonta vent’anni e passa di giornalismo sulla Tav, non salvate quasi nessuno… Nel mainstream, chi volete che lo recensisca?
Vedremo. La va e la spacca. Lo sapevamo già che a sarà düra.

■ La casa editrice ha avuto coraggio e le va riconosciuto. C’è chi ha sostenuto questa uscita mettendoci la mano sul fuoco. Ricambieremo quella fiducia. Faremo la guerriglia.
Come ha detto il maresciallo Repetzky, «sarà un’operazione samizdat». Se il libro vivrà, vivrà spinto dal bass, grazie alle vicinìe, alle comunaglie, alle fradelanze e sorelanze di lettrici e lettori. È per questo che si va on the road. Si può quel che si fa. Nulla di nuovo, insomma 🙂
Se volete aiutarci a partire, potete già prenotarlo in libreria o preordinarlo in rete.

Un viaggio che non promettiamo breve è già su Goodreads e su Anobii.

■ Su Twitter, l’hashtag è: #WM1viaggioNoTav

Dic
10
sab
La politica della logistica: catene del valore, infrastrutture e nuove geografie del potere, ” discussione con Giorgio Grappi.
Dic 10@18:00–20:00