internazionale no image

Published on gennaio 4th, 2009 | by admin

0

In 2mila al corteo in solidarietà con Gaza!

L’appuntamento era alla 14:30 all’ex stazione Ceres, per un presidio in solidarietà con il popolo palestinese ancora oggi sotto attacco dallo Stato d’Israele. Un appuntamento indetto dall’Assemblea Free Palestine, organizzatrice della campagna di boicottaggio della Fiera del Libro 2008 con Israele ospite d’onore, in una giornata di solidarietà nazionale lanciata dal Forum Palestina.

Quindi, a poche ore dall’inizio del corteo romano, l’appuntamento torinese contro il massacro israeliano ai danni della Striscia di Gaza da presidio si è presto trasformato in corteo itineranente. 500 persone, mossesi da corso Giulio Cesare, hanno poi attraversato Porta Palazzo, quartiere a forte densità migrante. Un corteo che sta crescendo metro dopo metro, almeno 1000 le persone che stanno partecipando ad una manifestazione che si sta dirigendo verso il centro cittadino.

Tanti gli uomini e le donne migranti che hanno raccolto l’invito del corteo di unirsi alla protesta contro Israele, in solidarietà con Gaza. Importante la risposta arrivata dai migranti, sia in termini di numeri che di contenuto, con un protagonismo che si sta esprimendo con la scansione di slogan e parole d’ordine che attaccano Israele e Stati Uniti d’America, così come quei governi arabi “moderati” e succubi come quello dell’egiziano Hosni Mubarak.

Questo è l’ennesima iniziativa pubblica della città, che arriva soprattutto dopo il corteo cittadino di venerdi 30 dicembre. Presenti le realtà autorganizzate e le associazioni solidali con il popolo palestinese.

Il corteo, come scritto sopra, si è quindi diretto verso il centro cittadino, in un crescere continuo di intensità e partecipazione. Dinnanzi all’associazione Italia-Israele, in via Pietro Micca, il corteo si è fermato per sanzionarla con un lancio d’uova, denunciando il suo ruolo in città, simbolo per il nugolo di ultra-sionisti cittadini. Manifestazione che ha visto raggiungere numeri notevi, almeno 2mila le persone aggregatesi, e che si è poi diretta in direzione della sede Rai in via Verdi, sito sotto il quale si sono verificate tensioni per entrare, spintoni e lanci di uova.

Il corteo in solidarietà con la Palestina, contro i bombardamenti dello Stato sionista, sta ora nuovamente attraversando il centro cittadino, affollatissimo come ogni sabato pomeriggio, conquistandosi attenzione e prendendo parola contro l’azione criminale dello Stato d’Israle.

Immagine anteprima YouTube

Be Sociable, Share!

Tags: ,


About the Author



Comments are closed.

Back to Top ↑